domenica 12 marzo 2017

L'OLIVICOLTURA SALENTINA E LA SFIDA GENERAZIONALE


L'OLIVICOLTURA SALENTINA E LA SFIDA GENERAZIONALE
SEMINARIO
Sala Carlo V Hotel Hilton Garden Inn
Via Cosimo De Giorgi, 62 Lecce
Venerdì 24 Marzo 2017 ore 9.00
PRESENTAZIONE
• Apol, Cia ed Italia Nostra - Sezione Sud Salento, condividendo un percorso comune, hanno
promosso, nel periodo dicembre 2016 - marzo 2017, un calendario di appuntamenti tecnico -
programmatici al fine di sensibilizzare gli studenti e sollecitare gli imprenditori agricoli e le
Istituzioni a collaborare e a fare sistema, nella prospettiva di una nuova olivicoltura basata su
una rinnovata sostenibilità economica, ambientale e sociale. Le tre Organizzazioni hanno
inteso inoltre sottolineare il bisogno di formare giovani preparati, diplomati e/o laureati, capaci
in primo luogo di valorizzare la propria intelligenza e preparazione generale, acquisendo
competenze specialistiche mirate alle attività da svolgere.
• A questo scopo sono stati organizzati quattro corsi per aspiranti assaggiatori di oli di oliva
vergini, dei quali due riservati agli studenti dell'Istituto "Presta - Columella" di Lecce e altri due
destinati ad imprenditori ed appassionati del settore olivicolo (corsi autorizzati dalla Regione
Puglia, ai sensi del Decreto Mipaaf del 18 giugno 2014), mentre lo scorso 28 gennaio si è svolta
una Tavola Rotonda sul tema "Una nuova olivicoltura nel Salento, dalla tradizione
all'innovazione nel rispetto della sostenibilità economica e ambientale", che ha approfondito
alcune importanti tematiche legate alla nostra olivicoltura, con uno sguardo rivolto al futuro,
nella consapevolezza delle innumerevoli implicazioni fitopatologiche in atto.
• Gli studenti degli Istituti tecnici agrari "Presta - Columella" di Lecce ed "Egidio Lanoce" di
Maglie nelle settimane seguenti si sono confrontati sui temi trattati con i loro docenti e i
rappresentanti delle Associazioni organizzatrici e le loro riflessioni saranno, quindi, illustrate
nella Tavola Rotonda su "L'olivicoltura salentina e la sfida generazionale, il ruolo
dell'istruzione agraria e della formazione universitaria", con la partecipazione di autorevoli
rappresentanti del mondo scolastico-accademico, delle attività produttive e delle Istituzioni del
territorio.
• A seguito della Tavola Rotonda sarà stilato un documento di sintesi con cui si intende
contribuire al rafforzamento e alla progressione delle conoscenze scientifiche e delle loro
applicazioni in ragione di una fisiologica e auspicabile modernizzazione del settore olivicolo,
fattore determinante per migliorare i redditi agricoli italiani che nel periodo 2005-2014 sono
cresciuti ma solo del 14% rispetto alla media europea del 40%.
• Sullo sfondo risulta chiaro qual’è lo scenario dell'olivicoltura nel Salento che, nel rispetto del
paesaggio e dell’ambiente, deve saper essere anche innovativa e non aver paura del
cambiamento. Per tale ragione occorre lavorare insieme per superare le resistenze che per
troppo tempo hanno condizionato, a causa di individualismi e particolarismi, l’affermazione di
un settore da tutti considerato fondamentale per lo sviluppo del territorio.
• Risulta necessario che le nuove generazioni riflettano sull’importanza della collaborazione fra
produttori, determinante per acquisire nuove conoscenze, per aumentare le capacità
manageriali, per una maggiore qualità delle scelte e per qualificare sempre di più il prodotto
in un percorso di crescita che eviti l’arretramento e l’impoverimento del settore olivicolo.
• La Tavola Rotonda sarà preceduta da una Sessione dedicata alla presentazione dell'attività
svolta dall'APOL nella seconda annualità in esecuzione del "Programma di attuazione dei
Regg. UE 611-615/2014 nel triennio 2015/2018" e dalle relazioni dei Proff. Salvatore
Camposeo e Maria Lisa Clodoveo, dell'Università degli Studi di Bari Aldo Moro, e si concluderà
con la consegna degli Attestati di idoneità fisiologica all'assaggio ai partecipanti ai corsi per

assaggiatori di oli di oliva vergini

Nessun commento:

Posta un commento