mercoledì 16 gennaio 2013

Olio Lampante a 3 Euro al litro! Gennaio 2013 nel Salento leccese si raccolgono le olive da terra lavorando sotto la pioggia.

Olio Lampante a 3 Euro al litro! Gennaio 2013 nel Salento leccese si raccolgono le olive da terra lavorando sotto la pioggia.



Piove a dirotto sul Salento, le campagne inzuppate d’acqua. E’ arrivato il 16 gennaio e ieri percorrendo la strada statale 101 che da Lecce porta a Gallipoli ho notato che negli oliveti c’era un gran lavoro sotto la pioggia.



Ma cosa raccolgono sotto gli olivi?
La raccolta delle olive sane che danno l’olio d’eccellenza c’è già stata negli scorsi mesi di settembre e ottobre 2012. E allora che cosa stanno raccogliendo queste squadre di contoterzisti così coraggiose da non temere nemmeno il maltempo?
In questo periodo negli oliveti del Salento leccese ci sono le olive cadute a terra dall’albero, un prodotto che non può dare un olio di qualità, da queste olive si può ottenere solo olio lampante. Eppure squadre intere di persone con scopatici meccaniche e cernitici lavorano alacremente sotto la pioggia battente del Salento leccese per raccogliere olive che non daranno olio commestibile.
L'olio lampante pagato 3 Euro al litro
Il mio amico perito agrario e olivicoltore Rino Scardino mi da la notizia: l'extra vergine costa 2,8 Euro mentre il lampante me lo pagano a 3 Euro al litro. E' pure lui perplesso. Chiamo al telefono il collega Nicola Murrone che mi conferma la notizia 2,60 base 3 Euro l'olio lampante del Salento leccese. Ho ascoltato il collega Davide Lentinis che mi conferma che negli agri di Casarano, Melissano, Ugento i frantoiani cercano spasmodicamente olive e che vanno bene anche quelle con la lebbra! La spiegazione, dice De Lentinis, è lo scarso raccolto in Spagna. A inizio campagna le olive venivano pagate a 18 euro al quintale contro i 35 - 40 euro che si stanno ottenendo in questi giorni con un prodotto che definire scadente è già un complimento. La notizia è che sono venuti direttamente gli spagnoli a fare gli acquisti facendo fuori i grossisti italiani che avevano il monopolio del mercato.
In tal proposito ho sentito il Presidente della Coldiretti Lecce Ing. Pantaleo Piccinno che ha escluso che il prezzo alto del lampante sia determinato dalla legge salva olio pur prevedendo che il differenziale tra lampante e extra che è oggi a 60 centesimi dovrebbe tendenzialmente aumentare a favore dell'extra vergine proprio grazie alla succitata legge.
Insomma occhi aperti a tutti noi che ancora oggi vediamo l'olio extra vergine in bottiglia sugli scaffali della Grande Distribuzione Organizzata a meno di 3 Euro perchè se oggi comprano olio non commestibile a 3 euro come fanno a vendere l'extra a meno di 3 euro?
Scrive Mario De Angelis: "e gli stessi Spagnoli ci rivenderanno l'olio, acquistato a 3 €/Kg, al prezzo di 2 €/Kg... Infatti dopo la miscelazione con oli acquistati in Marocco a 1 €/Kg ed un leggero trattamento chimico-fisico mirato, ci venderanno l'olio extra vergine di oliva (?!?) a 2 €/Kg che noi ritroveremo ad aprile sugli scaffali dell GDO a 2,20 €/Kg....Tutti hanno lavorato e tutti hanno guadagnato, mentre l'olio EVO italiano rimane nelle cisterne!!!"

di Antonio Bruno




1 commento:

  1. Usare l,olio lampante può essere nocivo per la salute?

    RispondiElimina